Una domenica da ricordare: chiusura Stag. 2017/2018

Domenica 10 giugno 2018 a Ome si è svolta la festa di chiusura delle attività sportive della Stagione 2017/2018.Con grande sorpresa è venuto a trovarci il nostro Daniele Bonera, che si è intrattenuto sui campi di calcio con i ragazzi, le mamme e lo staff per le consuete foto di rito, senza sottrarsi alle numerose richieste di autografi.

E’ stato un lieto e gradito incontro in quanto, nonostante i numerosi impegni che caratterizzano in questo periodo le sue giornate, Daniele è riuscito a ritagliarsi un momento da dedicare ai ragazzi N.P.G..

Alle 9,15 abbiamo visto affrontarsi sul campo i nostri 2005 contro lo Staff N.P.G., un incontro entusiasmante che ha fatto vedere letteralmente i fuochi d’artificio sia da una parte sia dall’altra!

Alle 9.45, i nostri campioncini della categoria Piccoli Amici 2011/’12 hanno sfidato la squadra delle rispettive mamme e pure qui le mamme hanno dato vita ad un incontro rocambolesco che le ha viste  perdere nel finale davanti ai loro piccoli ma grandi uomini.

Dopo questi due incontri svoltisi sui campi di calcio del BeB e un attimo di ristoro e relax per gli atleti che hanno giocato, tutti quanti ci siamo spostati nel palazzetto adiacente.

La festa finale N.P.G. ha aperto le cerimonie con dei saluti davvero speciali.

Saluti speciali.

 

La mattinata, magistralmente orchestrata dal nostro speaker Paolo Peluchetti, è poi proseguita con i saluti del Presidente Paolo Pertica

del Resp. del Sett. Giovanile Mauro Marocchi

e del Responsabile Metodologico Omar Danesi

Dopo gli interventi dei Responsabili siamo entrati nel vivo della festa con le premiazioni dei ragazzi.

Abbiamo iniziato con il conferimento dei diplomi ai bambini del 2011 per il passaggio dalla Cat. Piccoli Amici alla Cat. Primi Calci.

Poi abbiamo assegnato gli Oscar.

Gli “Oscar”, istituiti e voluti dalla N.P.G., hanno rappresentato chi incarnava maggiormente lo spirito e i valori che N.P.G. cerca di trasmettere ai ragazzi e queste votazioni, in forma anonima, sono state effettuate dagli stessi compagni di squadra, quindi assolutamente imparziali e probabilmente le più reali e veritiere.

Ma hanno trovato spazio anche il premio per l’assiduità delle presenze agli allenamenti, il premio del presidente e il premio dello staff.

Oscar Stagione 2017/2018

Un momento di festa coronato da premi che sono stati apprezzati non tanto per il regalo in sé ma soprattutto per ciò che rappresentavano.

Ecco i premiati:

 

 

Intanto, sullo sfondo del palazzetto scorrevano alcune immagini a ricordare alcuni momenti della Stagione 2017/2018.

Carrellata Stagione 2017/2018

Alla fine delle premiazioni, davanti ad un folto pubblico che ha assistito con imperterrita attenzione tutte le premiazioni e gli attimi a volte molto esilaranti che hanno reso l’atmosfera ancor più familiare e gioiosa, ci sono stati i rituali saluti di ringraziamento.

     

Dopo questi momenti, ci siamo tutti spostati a banchettare sul ‘garden’ del BeB dove le nostre abili mamme hanno provveduto a rifornire di bevande e cibo tutte le persone presenti. 

Per questa stagione le attività agonistiche sono concluse, ma sono già aperte le iscrizioni per la Stagione calcistica 2018/19.

E per chi vuole divertirsi con noi durante l’estate… ci vediamo al Funny Camp di luglio.

Buona estate!

dallo staff N.P.G.

Oscar N.P.G. Stagione 2017/2018

LE ABILITA’ COGNITIVE APPLICATE AL CALCIO MODERNO

 

Il calcio è per definizione uno sport situazionale cioè uno sport nel quale l’esito dell’azione, quindi il risultato, non dipende esclusivamente dal gesto tecnico e dalla prestazione fisica, ma dalla capacità di trovare le giuste risposte di adattamento a stimoli diversi. Ciò significa che ogni partita e ogni allenamento presentano potenzialmente situazioni sempre diverse da affrontare e a cui adattarsi per raggiungere il risultato desiderato. Durante gli allenamenti l’allenatore può far riferimento alla propria esperienza e cercare di codificare le principali situazioni che durante una partita possono presentarsi, ma ciò non può preparare in ogni caso un atleta rispetto a tutto ciò che può incontrare. Continue reading