DPCM, Ordinanze Regionali e interpretazioni. Facciamo il punto

DPCM, Ordinanze Regionali, Circolari ministeriali, esternazioni pubbliche, si susseguono negli ultimi tempi a ritmo incalzante. Anche in materia di sport.

Ripercorriamo a volo d’uccello i fatti di queste ultime due settimane.

L’ordinanza 620 del 16 Ottobre sospende le attività per le organizzazioni sportive dilettantistiche riguardanti sport di contatto, che comunichiamo con l’articolo “AVVISO IMPORTANTE: SOSPENSIONE ATTIVITÁ“.

In seguito l’ordinanza 623 del 21 Ottobre riapre uno spiraglio con la possibilità di svolgere attività a patto che siano svolte in forma individuale, a porte chiuse e secondo le disposizioni anti contagio. Entusiasta lo Staff N.P.G. si ritrova su Zoom per riorganizzare il rientro in campo. Tempestivamente ne diamo comunicazione ai genitori dei nostri ragazzi, pubblichiamo la notizia sul nostro sito e sui social: “SI TORNA IN CAMPO CON LE ATTIVITÁ INDIVIDUALI!“.

Il DPCM del 24 Ottobre getta nuovi punti interrogativi, si riscontrano differenze tra ciò che si può evincere leggendo il testo del documento e quanto alcune figure di spicco dichiarano durante le interviste di poco successive. Seppur a malincuore, in mancanza di certezze e in via precauzionale, sospendiamo le attività rimandando quello che doveva essere il ritorno in campo con l’articolo “RIMANDATA LA RIPRESA DELLE ATTIVITÁ

Durante la giornata di ieri, la Circolare del Ministero dell’Interno 27 ottobre conferma il dettato del DPCM.

E’ di oggi la notizia secondo cui il Premier Giuseppe Conte, rispondendo ad una question time in Aula alla Camera, chiarisce che gli allenamenti individuali presso le strutture delle società si potranno fare purché all’aperto ed evitando i contatti (cit. Adnkronos.com)

Confidiamo in una comunicazione ufficiale di Palazzo Chigi che confermi ufficialmente la possibilità anche per le categorie che non rivestono interesse nazionale, di allenarsi in forma individuale, in spazi aperti e rispettando tutte le misure anti Covid.

Stay Tuned!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *